Artista

PANGEA

Mauro Paoluzzi (chitarra, batteria, voce)
Luciana Paoluzzi (voce)
Gianfranco Pinto (tastiere, voce)
Alessandro "Billy" Zanelli (basso, voce)
Claudio Pascoli (fiati)

Una vera leggenda tra i collezionisti, visto che pochi l'avevano potuto sentire prima della recente riedizione in CD, questo album uscì solo in forma promozionale senza copertina.
L'etichetta cita solo come autore di testi e musiche il nome di Mauro Paoluzzi, musicista e produttore di molti artisti leggeri italiani, ex batterista dei Nuovi Angeli, ed anche compositore di alcuni brani del primo album dei Madrugada. Proprio due componenti di questo gruppo, Gianfranco Pinto e Billy Zanelli, collaborarono con Paoluzzi per la realizzazione di questo disco.

Dal punto di vista musicale si tratta di un concept-album (di oltre 48 minuti di durata) contenente 10 brani collegati a formare due lunghe suite, con elaborate parti strumentali e testi in italiano. Il genere è a metà strada tra un progressive "spaziale" e il pop con alcuni momenti molto interessanti.
Purtroppo l'album venne registrato in un momento in cui la Phonogram stava perdendo interesse per le produzioni progressive e ne vennero realizzate solo alcune copie promozionali.

L'album è stato finalmente stampato in CD ed LP dalla AMS nel 2007 con una nuova copertina.

 

LP
Invasori (Tre storie di Monj) Philips (5001 501) 1976 copertina ed etichetta bianca - uscito solo in edizione promozionale - il vinile riporta la data del 1977
  AMS/BTF (AMS112 LP) 2007 ristampa dell'album del 1976 con nuova copertina apribile - fuori catalogo


CD
Invasori AMS/BTF (AMS112) 2007 ristampa dell'album del 1976 con nuova copertina - fuori catalogo
  Universal (0602527352305) 2010 ristampa dell'album del 1976 con copertina mini-LP singola - parte del cofanetto Progressive Italia - Gli anni '70 vol.6

 

Invasori è molto raro e costoso nella sua edizione originale promo in vinile, probabilmente stampata solo in un centinaio di copie con etichetta bianca e senza copertina.
Il vinile riporta sui due lati, oltre a quello di catalogo, il numero 100477. Questo fa pensare che il disco, nonostante il 1976 stampato sull'etichetta sia stato effettivamente pubblicato l'anno successivo.

È stato ristampato per la prima volta su CD nel 2007 dall'etichetta AMS con una nuova copertina mini LP apribile e libretto. e successivamente anche in vinile, con la stessa confezione. Entrambe le edizioni sono ora fuori catalogo.
Una nuova edizione in CD è uscita nel 2010 con copertina in cartoncino singola all'interno del cofanetto Progressive Italia - Gli anni '70 vol.6 (Universal) e non è disponibile separatamente

 

  

Invasori - etichetta originale dell'LP e particolare della data incisa sul vinile

Invasori - CD

 

 

I ricordi di Gianfranco Pinto (Madrugada) su Invasori, a cura di Augusto Croce, maggio 2007:

Il progetto e le composizioni sono tutte di Mauro Paoluzzi, che era al tempo il produttore dei Madrugada. Nel disco sono direttamente coinvolto come esecutore, suonando tutte le tastiere, e ho collaborato in parte agli arrangiamenti. Oltre a me c'era Billy Zanelli al basso, Claudio Pascoli ai fiati e la voce femminile all'inizio è di Luciana, la allora moglie di Mauro; batteria e chitarre, ovviamente, sono suonate da Paoluzzi.
Questo disco fa parte di registrazioni tutte, più o meno fatte dallo stesso staff: Madrugada e Incastro (Madrugada), Ipertensione (Roberto Vecchioni), Invasori (Pangea),Verso il mare (Enrico Nascimbeni), Stasera Clown (Nuovi Angeli). Questo ultimo, nonostante il genere del gruppo sia diverso, è una sorta di album concept con all'interno una suite molto interessante ed è stato pubblicato solo recentemente in una raccolta doppia (I Nuovi Angeli - Universal 9853627).
Invasori
come Stasera Clown e, in parte, Incastro si sono trovati ad uscire in un momento di cambio dei vertici della Phonogram, allora diventò direttore artistico Federico Monti Arduini (alias Il Guardiano del Faro) che in pratica bloccò tutti i progetti prog portando una sorta di "restaurazione musicale" e Invasori e Stasera Clown non uscirono proprio mentre Incastro fu distribuito in poche copie e, ovviamente, non ebbe una benché minima promozione.
Invasori
, che insieme ad Incastro sono i lavori che preferisco, era un progetto aperto che avrebbe potuto avere qualsiasi tipo di sviluppo, ma, proprio perché fu bloccato, non avemmo nemmeno il tempo di pensare cosa farne.
Nel frattempo il nostro contratto Phonogram terminò e Paoluzzi continuò con la produzione di Vecchioni, che nel frattempo stava funzionando (c'é Billy Zanelli al basso in  Elisir, su Samarcanda), e noi, dopo un po' di concerti nell'ambito prog cominciammo a fare tournée con vari cantanti (Patty Pravo etc..). Io collaboro agli arrangiamenti e suono nel disco Patty Pravo (Ricordi SMRL6193) del 1976, altro ottimo disco con sapore prog.

 

 

Grazie a Gianfranco Pinto per le dettagliate informazioni e a Giampiero Colombo e Luiz Claudio Cals Brugger per foto ed informazioni