Artista

PLANETARIUM

Alfredo Ferrari (tastiere)
Franco Sorrenti (chitarra)
Mirko Mazza (chitarra)
Piero Repetto (basso)
Giampaolo Pesce (batteria)

Era piuttosto comune tra la fine degli anni '60 e i primi anni '70 che le case discografiche italiane tentassero di lanciare nuovi gruppi come stranieri, dando ai musicisti nomi di fantasia (come nel caso dei Flea on the Honey) o tenendo nascosta l'identitā dei componenti, come all'inizio con i Circus 2000. Questo č stato anche il caso dei Planetarium, gruppo che ha realizzato contemporaneamente un album e ben due 45 giri (entrambi dall'LP) nel 1971. Solo il nome del compositore, A.Ferrari, č presente sull'etichetta.
In realtà il misterioso gruppo comprendeva musicisti provenienti da due gruppi della provincia di Alessandria, gli Scooters e i Miguel, ma la formazione è stata scoperta solo nel 2010.

Album totalmente strumentale (solo con alcune parti corali senza parole), Infinity contiene alcuni arrangiamenti orchestrali ed č per la maggior parte di genere soft prog da colonna sonora, non particolarmente rappresentativo della musica progressiva italiana di quegli anni. 
I brani migliori sono sulla seconda facciata, l'ipnotica War e la lunga ed elaborata Infinity con l'organo in evidenza. L'album, della durata di 36 minuti, contiene otto brani, quattro dei quali usciti su singolo.

 

LP
Infinity Victory (VY 10051) 1971 copertina singola textured


CD
Infinity Vinyl Magic (VM 019) 1990 ristampa dell'album del 1971
 

SINGOLI (con copertina)

Love
Life
Victory (VY 052) 1971 entrambi i brani da Infinity
Man (part II)
The moon
Victory (VY 053) 1971 entrambi i brani da Infinity
 

SINGOLI PROMOZIONALI E DA JUKEBOX

Quazar Ariston (45 ISR.0025) 1973 singolo promozionale - sul retro Ornella Vanoni/La canzone di Leonardo

 

Album incredibilmente raro, Infinity non č mai stato ristampato in vinile. Uscė per la Victory, etichetta distribuita dalla Ariston con una copertina singola textured.
L'unica edizione straniera conosciuta viene dalla Colombia, su etichetta Real (n.LRS 93-120), con piccole variazioni di copertina.
Non esistono falsi.

Curiosamente il nome Planetarium ricomparve nel 1973 con il brano inedito Quazar sulla facciata B di un rarissimo singolo, probabilmente uscito solo in edizione promozionale, contenente sul retro La canzone di Leonardo di Ornella Vanoni.. Il brano della Vanoni era tratto dalla colonna sonora dello sceneggiato TV Vita di Leonardo da Vinci del 1971, stesso anno dell'album dei Planetarium, ma questo singolo è datato 1973. Il numero di catalogo particolare potrebbe far pensare ad un'edizione per l'estero (la sigla ISR può indicare Israele?).

Infinity - LP

Infinity - LP

Infinity - LP (Colombia) 

Quazar - 45 giri promozionale
p

 

 

Grazie ad Alessio Marino per aver finalmente scoperto l'identità dei musicisti dei Planetarium e a Valerio D'Angelo per la foto e le informazioni sul raro 45 giri promozionale