Artista

I SANTONI


Bruno Mosti (voce, tastiere)
Franco Bettazzi (sax, flauto)
Giorgio Gorini (sax, flauto, voce)
Giovanni Rondelli (basso, chitarra acustica)
Fabrizio Prussi
(batteria, voce)

I Santoni si formarono a Firenze nella seconda metà degli anni '60, nella formazione iniziale militavano il bassista Marco Puggelli e il batterista Wilson Lupi, poi sostituiti da Giovanni Rondelli e Fabrizio Prussi.
Nel 1971 venne inciso il primo 45 giri per la Car Juke Box, Amico mio, in cui prendeva forma il sound del gruppo, caratterizzato dall'organo Hammond di Bruno Mosti e dai fiati di Bettazzi e Gorini.
L'unico rarissimo album dei Santoni uscì nel 1972, ma come altri LP di quel periodo (I Boom, Laser, Raminghi, Il Mucchio) Ŕ fortemente influenzato dal suono dei sixties.
Il primo brano, Quelli come noi (anche su 45 giri) ricorda Jesahel dei Delirium con un buon lavoro di flauto. Il resto dell'album Ŕ di buon livello, anche se mai particolarmente esaltante.
I nove brani hanno tutti una durata di 3-4 minuti, con l'unica eccezione dei 5'33"di VeritÓ, e con un buon uso della voce, registrata molto al di sopra degli altri strumenti, come era abitudine nel pop italiano degli anni '60.

Il disco non ebbe un grande successo, ma diede al gruppo la possibilità di suonare molto in tutta Italia, e successivamente in Francia e Svizzera, fino allo scioglimento, avvenuto nel 1974.

 

 

LP
Noi: I Santoni Car Juke Box (CRJ LP 00026) 1972 copertina singola - etichetta celeste/nero/rosso
  Akarma (AK 1034) 2014 ristampa del precedente


CD
Noi: I Santoni Mellow (MMP 263) 1995 ristampa dell'album del 1972
  Akarma (AK 1034) 2003 come sopra - mini copertina apribile


SINGOLI
(con copertina)
Amico mio
Dimenticare
Car Juke Box (CRJ NP 1066) 1971  
Che farei
Quelli come noi
Car Juke Box (CRJ NP 1086) 1972 entrambi i brani da Noi

 

Album rarissimo come quasi tutti quelli della Car Juke Box, Noi: I Santoni Ŕ stato ristampato in vinile per la prima volta solo nel 2014. Non esistono falsi nÚ edizioni estere.
Esistono due diverse edizioni dell'etichetta originale, una con logo SIAE sul lato sinistro, l'altra lo ha sul lato destro con l'aggiunta della scritta "Distribuzione Dischi Ricordi" nella parte bassa. Impossibile sapere quale sia uscita prima.

Le ristampe in CD della Akarma e della Mellow hanno dato a molti appassionati del prog italiano l'unica possibilità di ascoltare un album altrimenti introvabile.
Una curiosità riguarda una riedizione in musicassetta di questo album pubblicata dall'etichetta Selenia intorno al 1975 (cat.SC 275).

 

Noi: I Santoni - LP

  

Noi: i Santoni - LP, etichette 1. e 2. versione

Amico mio - 45 giri

Che farei - 45 giri

 

 

Grazie a Giovanni Ottone e Daniele Ubezio per foto ed informazioni