Artista

CANZONIERE DEL LAZIO

1972-73
Piero Brega (voce)
Sara Modigliani (voce, flauto)
Carlo Siliotto (violino, chitarra, mandolino)
Francesco Giannattasio (fisarmonica, percussioni)

1974
Modigliani esce, entrano:
Luigi Cinque (sax)
Gianni Nebbiosi (sax)
Pasquale Minieri (basso, chitarra, mandolino)
Giorgio Vivaldi (percussioni)

1975
Nebbiosi lascia, entra:
Piero Avallone (batteria, percussioni, voce)

1977-78
Clara Murtas (voce, percussioni)
Carlo Siliotto (violino, piano, percussioni, voce)
Pasquale Minieri (basso, chitarra)
Maurizio Giammarco (sax, flauto, piano, percussioni)
Marcello Vento (batteria, percussioni, voce)
Giorgio Vivaldi (percussioni)

Formato intorno al 1972 nella zona di Roma, questo gruppo è stato uno dei più importanti esempi italiani di folk progressivo durante gli anni '70. Anche se gli inizi erano fortemente basati su rifacimenti di canti popolari dell'Italia centrale molto fedeli alla tradizione, il gruppo aggiunse poi degli elementi di originalità che, senza sconfinare nel campo del rock propriamente definito, li può far definire un gruppo "progressivo" nel senso più ampio del termine.

Inizialmente un quartetto, con l'uso di soli strumenti acustici, il Canzoniere del Lazio pubblicò il primo album nel 1973 per l'etichetta I Dischi del Sole, (una piccola casa indipendente specializzata in produzioni folk). 
L'album contiene tutte canzoni tradizionali, e dimostra l'ottimo intreccio vocale tra i due cantanti Brega e Modigliani, ma non ebbe un particolare successo.
La cantante Sara Modigliani abbandonò il gruppo dopo l'album, sempre mantenendo l'interesse verso la riscoperta di vecchie canzoni popolari, ed è ancor oggi attiva come cantante solista e con il gruppo La Piazza.

Gli altri aggiunsero dei nuovi musicisti, due dei quali, Pasquale Minieri e Giorgio Vivaldi, sono poi rimasti nella formazione fino alla fine, e pubblicarono un secondo album nel 1974 per l'etichetta Intingo, appena nata, con il titolo Lassa sta' la me' creatura.
Ancora sotto la forte influenza di musiche tradizionali, questo è un album di transizione con l'introduzione di strumenti elettrici e l'uso di elementi rock e jazz.

Il periodo più significativo nella produzione del CdL arrivò con i due album successivi, Spirito bono e Miradas
Il primo dei due, ancora per la Intingo contiene solo quattro brani (tutti pubblicati anche, in forma abbreviata, su 45 giri), con lunghe parti strumentali e liriche di derivazione tradizionale. La produzione era dell'americano Peter Kaukonen (fratello di Jorma, chitarrista dei Jefferson Airplane) che diede probabilmente un tocco distintivo alle registrazioni collaborando anche con la chitarra elettrica.
Il gruppo suonò alla VI Festa del Proletariato Giovanile a Milano (venendo anche incluso nell'LP compilation Parco Lambro) ed era pronto a intraprendere un tour in alcuni paesi africani, quando tre dei musicisti, Piero Brega, Luigi Cinque e Francesco Giannattasio uscirono.

Gli altri andarono avanti con nuovi musicisti, e suonarono con successo al VII Festival Internazionale di Musica Politica a Berlino Est nel febbraio 1977. Un bell'album, registrato in studio durante quella tournée, uscì solo nella Germania Est.
Il quarto album Miradas venne pubblicato nel 1977, stavolta per la Cramps e con la produzione dell'ex Area Paolo Tofani (alias Electric Frankenstein). Considerato da molti il loro lavoro più maturo, l'LP contiene cinque brani, alcuni dei quali con sonorità di derivazione africana. I nuovi arrivati Clara Murtas alla voce, Maurizio Giammarco al sax e Marcello Vento alla batteria (dagli Alberomotore) si inseriscono perfettamente nella musica del gruppo.

La stessa formazione appare nel quinto ed ultimo album Morra 1978, di nuovo per la Intingo, con tre lunghi brani, ancora un bell'album, anche se leggermente inferiore ai due precedenti. 
Il disco, che doveva chiamarsi inizialmente A risciacquà li piatti e la paura venne pubblicato un anno dopo il precedente, contiene brani registrati insieme a quelli di Miradas, ma non inclusi su quell'album, e uscì probabilmente per onorare il contratto con la vecchia casa discografica.

Dopo lo scioglimento del gruppo, Minieri e Vivaldi formarono i Carnascialia, il cui unico album del 1979 è un ottimo esempio di "world music".

Carlo Siliotto ha continuato a lavorare come compositore di musica da film. Come solista ha realizzato un buon album nel 1979, Ondina, e almeno un altro per la CAM (Grooves, n. CML211), nei primi anni '80.
Pasquale Minieri ha lavorato a lungo come produttore e tecnico del suono per molti importanti artisti italiani.
Due dei membri fondatori del gruppo, Brega e Giannattasio, hanno suonato con il gruppo Malvasia, autore di un album omonimo per la Cetra nel 1979 (LPX 74) tra folk italiano e celtico.

Luigi Cinque, dopo l'uscita dal Canzoniere del Lazio, ha continuato un'attività solistica che dura tuttora, realizzando un primo album per la Cramps nel 1978 (Note di atemporalità) e molti altri dischi, libri, video.

 

LP
Quando nascesti tune Dischi del Sole (DS 1030/32) 1973 copertina singola - libretto con testi
Lassa sta' la me creatura Intingo (ITGL 14003) 1974 copertina singola e busta interna con testi
  Ricordi/Orizzonte (ORL 8213) 1978 ristampa con copertina singola
Spirito bono Intingo (ITGL 14006) 1976 copertina apribile
  Ricordi/Orizzonte (ORL 8272) 1978 ristampa con copertina singola
Miradas Cramps (CRSLP 5351) 1977 copertina apribile e busta interna con testi
Canzoniere del Lazio - Italien Amiga (8-45142) - Germania Est 1977 uscito solo nella Repubblica Democratica Tedesca - registrato in studio a Berlino
Morra 1978 Intingo (ITLM 14503) 1978 copertina singola


CD
Miradas Mercury/Cramps (522 568-2) 1994 ristampa dell'album del 1977 - fuori catalogo
Quando nascesti tune Dischi del Sole/Ala Bianca/Bravo 
(BR 1285 53751-2)
2000 ristampa dell'album del 1973


PARTECIPAZIONI A RACCOLTE DI ARTISTI VARI
Parco Lambro
(con Tarantella dei baraccati)
Laboratorio (LB/LP 201) 1976 registrazioni live dal festival di Parco Lambro 1976 - comprende anche Agorà, Ricky Gianco, Area, Sensation's Fix, Toni Esposito, Paolo Castaldi, Eugenio Finardi.
  Stampa Alternativa (RP 02) 2005 ristampa in CD del precedente con diversa copertina mini LP - venduto solo con il libro Area/Musica e rivoluzione di Gianpaolo Chiaricò
La musica dissennata degli anni '70
(con Mogadishu)
Cramps (5208 004) 1980 compilation uscita nella serie "Successo" della Polygram - contiene anche brani di Arti & Mestieri, Bella Band, Venegoni & Co.


SINGOLI (con copertina)
Ballo in re - Festa
Su ballu
Intingo (ITG 406) 1976 entrambi i brani da Spirito bono
Spirito bono coccodè
Morte di Pulcinella
Intingo (ITG 407) 1976 entrambi i brani da Spirito bono
Tarantella dei baraccati
Su ballu
Intingo (ITG 410) 1976 lato A originariamente su Quando nascesti tune, lato B da Spirito bono


SINGOLI PROMOZIONALI E DA JUKEBOX (con copertina neutra)
Nu gatto come nu lione Cramps (CRSJB 1301) 1977 jukebox - sul retro Eugenio Finardi/Affetto

 

Nessuno degli LP italiani del Canzoniere del Lazio è particolarmente raro o costoso. Solo Miradas è stato ristampato in CD.

L'album tedesco elencato nella discografia venne registrato "live in studio" a Berlino, durante il "Festival des politischen Liedes" del 1977 con la presenza di Mauro Pagani e pubblicato nello stesso anno dall'etichetta di stato della Germania Est. L'LP contiene cinque brani (Su ballu, Nu gatto come nu lione, Morte di Pulcinella, Tarantella dei baraccati, Tarantellone) presenti in diversa versione sugli altri dischi del gruppo. L'album è piuttosto difficile da trovare per la scarsa diffusione all'estero.
Sempre in Germania un brano di questo disco venne anche inserito in una doppia compilation pubblicata nel 1989, Das Beste Aus 20 Jahren "Festival Des Politischen Liedes" (Amiga 845 374/375).

Non esistono altre ristampe in vinile né italiane né estere.

 

Quando nascesti tune - LP

Lassa sta' la me' creatura - LP

Spirito bono - LP

Miradas - LP

Morra 1978 - LP

Canzoniere del Lazio-Italien - LP Germania Est

Tarantella dei baraccati - 45 giri

 

 

 

Il bassista/chitarrista Pasquale Minieri ha il proprio sito all'indirizzo www.minieri.com 
Anche Carlo Siliotto ha un sito all'indirizzo http://www.carlosiliotto.com/ comprendente anche una discografia dettagliata del Canzoniere del Lazio
Luigi Cinque ha un sito web, www.luigicinque.it, ed una pagina su , www.myspace.com/luigicinque

 

 

Grazie ad Aldo Winkler per foto ed informazioni sull'album tedesco e a Luigi Cinque per informazioni sulla propria attività