Artista

THE PSYCHEGROUND GROUP
THE UNDERGROUND SET

Sconosciuta

Due gruppi da citare insieme, visto che dietro questi nomi si nascondevano, per motivi contrattuali, i musicisti della Nuova Idea. Di sicuro l'anima ispiratrice di entrambi i gruppi era il compositore Gian Piero Reverberi, produttore di molti album delle Orme e autore di gran parte dei brani sotto lo pseudonimo di Ninety.

Come Planetarium, Blue Phantom o Fourth Sensation si tratta quindi di gruppi italiani i cui componenti non sono stati citati sulle copertine dei dischi.
In particolare gli Underground Set sono stati considerati spesso un gruppo inglese, dal momento che il loro primo album stato stampato in diversi paesi europei. A titolo di curiosit interessante notare come il gruppo sia stato citato come inglese anche da Vernon Joynson nel suo libro Tapestry of Delight.
Ma in un'intervista rilasciata da Paolo Siani alla rivista italiana Musikbox, il batterista stato uno dei primi a rivelare che i musicisti che suonarono su quei dischi erano quelli della Nuova Idea, visto che la Radio Records (l'etichetta che ha pubblicato l'album e i primi singoli) era all'epoca distribuita dalla loro casa discografica, la Ariston.

Prevalentemente strumentali e con parti cantate solo corali, i due album degli Underground Set sono tipici di quel pop psichedelico basato sull'organo in stile fine anni '60, ed alcuni brani vennero usati come sigle televisive.
Simile anche il disco uscito a nome dello Psycheground Group nel 1971, comprendente cinque brani strumentali che rivelano l'ispirazione di certo rhythm & blues inglese anni '60.

 

THE UNDERGROUND SET

LP
The Underground Set Radio (RRS 134) 1970 copertina singola - etichetta nera e bianca
War in the night before Tickle (TLPS 5002) 1971 copertina singola laminata sul davanti
  Cinedelic (CNPL 804) 2016 copertina singola rigida - esiste in vinile nero e arancione


CD
War in the night before Cinedelic (CNPLCD 804) 2016  
 

PARTECIPAZIONI A RACCOLTE DI ARTISTI VARI

Canta e balla le tue corse d'estate
(con Emisfero e Underground in blue)
Radio (RRS/PR 164) 1976 LP promozionale Pirelli Motovelo - include anche Buddy Merrill, Franco Chiari, Lou Grind Ensemble
 

SINGOLI (con copertina)

Arcipelago
La filibusta
Radio (RR 1030) 1970 lato A tratto da The Underground Set
etichetta verde/bianca - lato B attribuito sull'etichetta all'Orchestra di Gian Piero Reverberi - uscito anche come promo con copertina bianca
Motor road underground
Slaughter on the motor road
Radio (RR 1043) 1970 entrambi i brani inediti
etichetta nera/argento
Tanto per cambiare
Emisfero
Radio (RR 1048) 1970 brano inedito
lato B tratto da The Underground Set
Una lettera
Libitum
Tickle (TSP 1301) 1971 entrambi i brani da War in the night before
CH 4 Studio G (C.T. 7011/7012) 1971 uscito a nome Hot Underground Group - lato B del singolo Messaggio per te di Gian Piero Reverberi e la Sua Orchestra
La casa aperta agli ospiti Tickle (TSP 1304) 1972 brano inedito dalla colonna sonora del film omonimo - sul retro Messaggio per te di Gian Piero Reverberi

 

THE PSYCHEGROUND GROUP

LP
Psycheground (Psychedelic and underground music) Lupus (LUS 207) 1971 copertina singola
  Cinedelic (CNPL 802) 2008 ristampa del precedente - edizione limitata 500 copie


CD
Psycheground (Psychedelic and underground music) AMS/BTF (AMS 156CD)  2009 ristampa dell'album del 1971 album con copertina mini-LP - edizione limitata 500 copie

Entrambi gli album degli Underground Set sono molto rari nell'edizione originale. Non esistono falsi.

Il primo album stato anche stampato all'epoca con copertina leggermente diversa in Inghilterra (su Pantonic PAN 6302), Germania e Francia (entrambi Vogue LDVS 17189).
Una ristampa in CD del primo album dell'etichetta giapponese Shagadelic (no.SDCD4) stata pubblicata nel 2002 con una bella mini-copertina apribile. Lo stesso album uscito per la prima volta in una riedizione in vinile per l'etichetta spagnola Wah Wah (n. LPS 057) nel 2008, con due brani aggiuntivi.

Due brani del primo album degli Underground Set, Arcipelago ed Emisfero sono anche usciti su un singolo accreditato a Giorgio David con l'orchestra di Gianfranco Reverberi (Las Vegas LV-1054), e su uno a nome Unito e gli Optiamo (Radio RR 1060); Arcipelago anche uscito su un 45 giri di Giancarlo Branca (Radio RR 1049). Tutti questi 45 giri sono del 1970.
Il gruppo apparve anche sotto il nome Hot Underground Group con CH4 sulla facciata B del singolo Messaggio per te di Gian Piero Reverberi e la Sua Orchestra.

Il secondo album, War in the night before, è stato ristampato per la prima volta in vinile e CD dalla Cinedelic nel 2016. L'edizione LP esiste sia con vinile nero che arancione, e ha la stessa copertina laminata sul davanti dell'originale, ma in cartone rigido. Il disco contiene anche una download card per scaricare l'intero album e sei brani aggiuntivi usciti all'epoca su 45 giri, tra questi il raro CH4 uscito a nome Hot Underground Group.

La colonna sonora della versione italiana del film L'uomo dal pennello d'oro attribuita agli Underground Set, con brani dai loro album. La colonna sonora contiene anche un brano degli J.Plep, altro gruppo connesso alla Nuova Idea.
Il film usc in Italia nel 1972, ma era originariamente uscito in Germania nel 1969 con il titolo Der Mann mit dem goldenen Pinsel ed una diversa colonna sonora.

Il disco dello Psycheground Group molto raro e costoso. stato ristampato per la prima volta in vinile nel 2008 dalla Cinedelic in tiratura limitata di 500 copie, e più tardi su CD dalla AMS.
Due brani di questo album, Ray e Psycheground vennero inclusi in una compilation di brani strumentali intitolata Double Dacron (Leo LRS21), uscita nei primi anni 70 e comprendente anche brani di Giuliano Sorgini, Rino De Filippi e Juan Falenito.

 

The Underground Set - copertina LP ed etichetta

   

The Underground Set - LP, edizioni inglese e tedesca

 

War in the night before - copertina LP ed etichetta

Arcipelago - 45 giri

Motor road underground - 45 giri

Una lettera - 45 giri

Unito e gli Optiamo / Arcipelago - 45 giri

 
The Psycheground Group/Psycheground - LP

 

 

Grazie a Giorgio Meloni di Metrodora, Danilo Ragonesi, Mauro Costa, Giuliano Semprucci, Boris Jerschensky, Amos, Domenico Vinci per alcune foto ed informazioni.